sabato 17 aprile 2010

Return to Castle Wolfenstein, sparatutto in prima persona anche in modalità multigiocatore.


Return to Castle Wolfenstein (abbreviato RtCW) è un videogioco del tipo sparatutto in prima persona (FPS) pubblicato da Activision e rilasciato il 20 novembre 2001.

La modalità giocatore singolo è stata sviluppata da Gray Matter Interactive, mentre quella multigiocatore da Nerve Software. id Software, ovvero i creatori del gioco originale intitolato Wolfenstein 3D, hanno supervisionato lo sviluppo del gioco e tra i ringraziamenti figurano come produttori esecutivi.

Trama.
  • Missione 0 - Prologo (solo nelle versioni per console): In questa parte si vede quello che B.J. Blazkowicz e l'Agente Uno fanno prima di essere catturati. Mentre sta combattendo contro le forze del generale Erwin Rommel in Nordafrica, Blazkowicz si trova improvvissamente assegnato a una missione segreta nella città di Ras El-Hadid in Egitto. Accompagnato dall'Agente Uno entra nella città e si infiltra all'interno di uno scavo archeologico segreto dove Helga von Bulow assieme alle SS della Divisione Paranormale stanno cercando di recuperare un paio di antiche tavole magiche da una tomba maledetta. Dopo un combattimento contro i nazisti e i non morti, Blazkowicz fallisce la cattura di Helga. Lui e l'Agente Uno la inseguono su un Ju-52 rubato, ma vengono abbattuti nei pressi di Castle Wolfenstein, dove vengono catturati.
  • Missione 1 - Oscuri Presagi: Gli agenti catturati vengono imprigionati a Castle Wolfenstein. L'Agente Uno muore sotto tortura mentre viene interrogato, ma Blazkowicz riesce a uccidere la guardia e a uscire dalle segrete. Armato solo di un coltello e di una Luger, deve trovare una via di fuga combattendo contro plotoni di guardie e alla fine, usando una funivia, deve scappare e incontrarsi con un membro della resistenza in un villaggio vicino.
  • Missione 2 - Segreto Oscuro: La Divisione Paranormale delle SS sotto il comando dell'Oberführer Helga von Bulow ha scavato nelle catacombe e nelle cripte di un'antica chiesa nei pressi del villaggio di Wulfburg. Le loro scarse precauzioni hanno permesso il risveglio di orde di creature non morte, tra cui zombi e scheletri di cavalieri sassoni. Blazkowicz scende nelle cripte dove trova soldati tedeschi isolati che combattono contro i non morti per salvare la propria vita. Blazkowicz stesso distrugge molte di queste creature e alla fine giunge alla chiesa definita dai locali "Chiesa Profanata". Uno scienziato nazista, il professor Zemph, sta conducendo un esperimento sul corpo di un Cavaliere Nero. Blazkowicz combatte contro la guardia d'élite personale di Helga, composta da soldatesse, finché incontra un orrendo mostro che ha ucciso la stessa Helga (mentre Zemph era stato giustiziato da Helga perché voleva impedirle di prendere il pugnale sacro). Dopo aver ucciso la creatura, Blazkowicz viene tratto in salvo con un aereo.
  • Missione 3 - Le Armi della Vendetta: Uno dei maggiori ricercatori scientifici della Germania e capo della Sezione Progetti Speciali della Divisione Paranormale delle SS, Wilhelm Strasse (noto come "Deathshead"), è pronto per lanciare un attacco su Londra usando un razzo V2 riempito con una testata chimica sperimentale dalla sua base vicino a Katamarunde, nel Baltico. Blazkowicz viene paracadutato a una certa distanza dalla base missilistica e si introduce nel complesso nascosto in un camion di rifornimenti. All'interno della base, Blazkowicz distrugge il razzo V2 sulla rampa e si fa strada nello stabilimento, finché arriva presso una base aerea piena di velivoli a reazione sperimentali. Dopo aver combattuto contro una divisione di Fallschirmjäger (paracadutisti) armati di FG 42 lascia la base a bordo di un aereo-razzo "Kobra" (basato sul Bachem Ba 349 Natter) e vola in salvo a Malta.
  • Missione 4 - Progetti Mortali: Desideroso di conoscere di più circa Deathshead e i suoi progetti segreti, l'UAS (Ufficio Azioni Segrete) invia Blazkowicz presso la città bombardata di Kugelstadt dove, aiutato da membri della resistenza, riesce a entrare in una fabbrica distrutta. Lì scopre i progetti dell'ultima arma del Reich: una mitragliatrice rotante estremamente tecnologica chiamata "Venom", capace di infliggere danni spaventosi alle forze degli Alleati. Blazkowicz infine irrompe all'interno del complesso di ricerca sotterraneo di Deathshead, la Struttura Armi Segrete (SWF). Lì incontra creature terrificanti, malformate e modificate grazie alla chirurgia e ad impianti meccanici, e si viene a scoprire che sono dei prototipi del programma di Strasse sull'"Übersoldat". Blazkowicz vede Deathshead scappare con un'U-Boot e scopre la sua destinazione interrogando un ufficiale tedesco catturato.
  • Missione 5 - La Tana di Deathshead: Blazkowicz viene paracadutato in Norvegia, vicino alla scoperta ubicazione dei misteriosi "X-Lab" di Deathshead. Dopo l'irruzione nei laboratori, vede diverse delle creature modificate (simili a quelle incontrate presso Kugelstadt) fuori dalle loro gabbie protettive che si rivoltano contro lo stesso staff del laboratorio. Combattendo all'interno dello stabilimento, Blazkowicz recupera il diario di Deathshead e affronta diversi prototipi di Übersoldat, giganteschi mostri corazzati, potenziati con arti idraulici e che imbracciano potentissime armi. Alla fine affronta e distrugge uno degli Übersoldat definitivi di Deathshead e uccide i ricercatori che lo hanno sviluppato, ma Deathshead riesce a scappare con un aereo-razzo.
  • Missione 6 - L'Inizio del Ritorno: Studiando la documentazione recuperata da Blazkowicz, l' UAS è venuto a conoscenza di un piano denominato "Operazione Resurrection" che ha l'obiettivo di far risorgere il corpo di Heinrich I (Enrico l'Uccellatore), un principe sassone. Nonostante lo scetticismo dei comandanti Alleati, l' UAS paracaduta Blazkowicz sui monti Harz in Germania, vicino a Castle Wolfenstein stesso. Blazkowicz arriva al villaggio di Paderborn e, dopo aver ucciso diversi ufficiali superiori della Divisione Paranormale delle SS tra cui il maggiore Hochstedder, il generale von Stauff, il colonnello Strache e i generali Burkhalter e Haupman, si fa strada fino al Castello Schufstaffel dove incontra le truppe della guardia d'élite, tra cui il generale von Shurber. Blazkowicz poi si sposta attraverso i sotterranei del castello, affrontando altre guardie d'élite e un paio di Übersoldat. Infine giunge presso uno scavo vicino a Castle Wolfenstein e vi entra.
  • Missione 7 - Operazione Resurrection: All'interno del sito di scavo, Blazkowicz combatte contro truppe naziste e prototipi di Übersoldat e riesce a introdursi in un'entrata sbarrata che porta alla cripta di Castle Wolfenstein. Lì scopre che la fortezza è infestata da non morti che stanno attaccando la disperata guarnigione. Attraverso il castello, Blazkowicz arriva al sito di una lugubre cerimonia per far risorgere Heinrich I. Durante il rito, la medium delle SS Marianna Blavatsky evoca spiriti maligni che trasformano tre Übersoldat in Cavalieri Neri: i tenenti di Heinrich. Per ultimo risveglia Heinrich I che la ricompensa rubandole l'anima e trasformandola in una schiava non morta. In un combattimento sempre più furioso Blazkowicz riesce a distruggere i tre Cavalieri e lo stesso Heinrich; nel frattempo in lontananza la scena è seguita con angoscia dal capo delle SS Heinrich Himmler.


Screenshots.

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop




Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop


Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog,  MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

source: Wikipedia & ActiVision



Ricerca personalizzata



Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0 commenti:

Posta un commento

Random Posts

Ultimi giochi pubblicati

Copyright © 2014 Super Tux Giochi | Designed With By Templateclue | Published By Gooyaabi Templates
Scroll To Top