07/04/17

Guida, trucchi e consigli per andare alla conquista del mondo in Civilization V (1a parte).


Il miglior modo per inaugurare questo blog è quello di scrivere una guida che spieghi dettagliatamente la mia personale strategia di gioco  di Civilization 5 (ideale per le partite in Multiplayer, le più difficili poiché contro avversari umani, ma molto valida anche in single player, tanto da essere capace di vincere in questo modo anche al livello 8, Divinità).

Personalmente la modalità single player l'ho completamente abbandonata da molto tempo per gettarmi esclusivamente nella mischia della modalità multigiocatore, visto che ho sviscerato tutti gli aspetti del gioco e dopo un po' il single (anche ad 8) non rappresenta una grossa sfida!

Come al solito ricca è la dotazione di materiali, come in tradizione FFG e come avete potuto vedere grazie al video di panoramica proposto.

Mi limito qui, essendoci il supporto visivo, a ricordare la presenza di numerose tessere quadrate da assemblare (raffiguranti ciascuna una griglia 4x4 illustrata con elementi di paesaggio legati ai vari tipi di terreno - montagna, pianura, deserto, acqua), di manciate e manciate di segnalini di vario tipo e di numerosi mazzi di carte, utili per tenere traccia degli sviluppi tecnologici delle singole civiltà, per gli eventi legati allo sviluppo della cultura, per le unità militari e via dicendo.

Condizioni della partita:
E' utile determinare le condizioni ideali di partenza per l'applicazione di questa strategia. Durante la guida, daremo per scontato di star affrontando una partita in Multiplayer, ma come detto la strategia non sarebbe dissimile da un approccio normale, cioè in giocatore singolo.
- Partita multiplayer a 6 (ma anche da 4 o 8) giocatori umani
- Mappa e difficoltà qualsiasi (di norma si gioca Pangea/Continenti/Frattale a Imperatore/Immortale in MP)
- Civiltà di partenza qualsiasi (non ci sono vincoli, può essere applicata con qualsiasi popolo)
- Espansioni Gods & Kings e Brave New World

Risultati:
- Gioco sempre partite con 6 avversari umani e vinco la stragrande maggioranza delle volte. Nel single player vinco il 100% delle partite a livello 6, un 90% a livello 7 e circa la metà delle volte a livello 8. Anche se riadattata al contesto differente di una partita 1vs1, si è rivelata efficace anche nell'unico torneo italiano mai realizzato dalla comunità di Civilizationitalia (un torneo di duelli), dove ho vinto.

Differenze sostanziali fra multi e single:
- Gli avversari umani saranno molto più intelligenti nella disposizione delle truppe e nel loro utilizzo durante un conflitto: condizioni del terreno favorevoli e una buona difesa possono stoppare forze soverchianti anche per decine e decine di turni, se non addirittura indurle a rinunciare all'offensiva; non è dunque così semplice ottenere la supremazia militare fra avversari capaci.
- La cultura assume meno importanza e in generale la vittoria culturale non è mai perseguita perché quasi impossibile da portare a termine.
- Gli scambi commerciali in cambio d'oro sono impossibili, perché un giocatore umano molto difficilmente sarà disposto ad accordarne e gli unici che generalmente vengono effettuati è quelli di scambio di risorse alla pari.
- Essere in deciso vantaggio ad un certo punto della partita potrebbe indurre gli avversari a coalizzarsi per cercare di rovesciarvi: gli aspetti diplomatici sono completamente scevri di concetti di lealtà e di storico dei rapporti, trattandosi di giocatori umani: bisogna sempre diffidare, anche del buon vicino col quale abbiamo avuto ottimi rapporti fino ad ora!
- Gli scambi di rotte commerciali fra civiltà maggiori sono quasi sempre assenti, perché nessuno cerca di dare alcun tipo di vantaggio indiretto agli altri.
- E' molto importante capire che una strategia votata esclusivamente all'aspetto bellico è (nella maggioranza dei casi) destinata a rivelarsi inefficace, perché chi dichiara guerra nelle fasi iniziali del gioco condanna a (quasi) sicura sconfitta se stesso e il proprio bersaglio, dando un vantaggio decisivo agli altri quattro giocatori, che continueranno a svilupparsi a danno dei belligeranti che dovranno invece concentrare turni preziosi nello sforzo militare.

Obiettivo generale:
- Ricercare la supremazia tecnologica con una produzione scientifica elevata per capitalizzare questo vantaggio in fase medio-avanzata e condurre guerre-lampo per la vittoria risolutiva. Ho notato che la mia strategia è originale perché ho trovato pochissimi giocatori che in multi adottano uno stile simile e chi lo ha fatto si è rivelato avversario ostico, contendendomi la vittoria finale.

PASSO 1: DOVE FONDARE LA CAPITALE.
Mai fare l'errore di sottovalutare la starting position, è determinante per il resto della partita e, dunque, non dobbiamo accontentarci di fondare la capitale nell'esagono dove è capitato il nostro colono. Guardatevi intorno, accettate il compromesso di perdere un turno se la posizione iniziale non è perfetta, muovendo il Colono all'occorrenza verso riquadri più convenienti. Muovete dapprima il guerriero per incrementare il raggio esplorato quindi decidete accuratamente se e come muovere il colono per la fondazione. Terremo conto dei seguenti aspetti:

- Fondare la capitale in un esagono adiacente ad una montagna (consente la costruzione dell'edificio "Osservatorio")
- Fondare la capitale in un esagono adiacente ad una casella di deserto, SE sono presenti un discreto numero di caselle "deserto - collina" o "deserto - oasi" (le caselle "deserto" e "deserto - terreni allagati" non vanno considerate), in quanto consente la costruzione della Grande Meraviglia "Petra"
- Fondare la capitale lungo un fiume ("Mulino ad acqua") o nei pressi di un lago/oasi ("Giardini"), perché l'accesso ad acqua dolce è fondamentale come vedremo in seguito
- Fondare la capitale sulla costa (l'accesso al mare consente la costruzione di numerosi edifici marittimi e delle unità navali)
- Evitare di fondare la capitale in un esagono "pianura" in presenza di risorse Marmo e Pietra (impedirebbe la costruzione dell'edificio "Scalpellino")
- Evitare di fondare la capitale nei pressi di esagoni "tundra" o "neve", essendo i meno produttivi del gioco

Le risorse più importanti da valutare nell'intorno della capitale sono:
- Pesce, Banane, Grano
- Cervi, Balene, Granchi, Perle, Sale
- Pellicce, Avorio, Agrumi, Bestiame, Tartufi
- Oro, Argento, Marmo

PASSO 2: EPOCA ANTICA.
La nostra prima produzione sarà lo Scout, per esplorare il mondo circostante e per andare alla scoperta di antiche rovine, che con un po' di fortuna possono darci bonus importanti (il migliore è quello dell'aumentare di 1 la popolazione della città, segue quello di una tecnologia gratuita).
Scaletta delle tecnologie: Ceramica, Allevamento di animali, Tiro con l'arco, Ruota > Matematica
Scaletta delle produzioni: Scout, Monumento, Granaio, Santuario (se otteniamo fede da altre fonti, saltarlo), Mulino ad acqua (se lungo un fiume). Produzioni opzionali in base ai turni in proprio possesso prima di arrivare all'epoca classica (da fare a valle della scaletta): Lavoratore (se prevediamo di riuscire a catturarne uno da una città stato sufficientemente vicina, evitarne la produzione), Arciere.

Scaletta delle politiche sociali: Tradizionalismo, Legalismo, Nobiltà terriera, Aristocrazia.
Suggerimento generale: è importantissimo tenere costantemente sotto controllo l'andamento della partita e l'approccio alla stessa da parte degli altri giocatori vicini; per farlo bisogna guardare frequentemente Demografica (dando un occhio ai nostri parametri rispetto a quelli altrui, all'inizio è importante guardare a Popolazione, Raccolto nei campi e Produzione) e tenere d'occhio Soldati per rendersi conto se c'è qualcuno che sta incrementando oltre modo le proprie forze, incrociando queste informazioni con il Consigliere Militare. Bisogna guardare queste cose quasi ogni turno, perché lo scopo è quello di NON perdere turni preziosi per rinfoltire le proprie fila, ma se i vicini stanno potenziando l'apparato militare allora saremo costretti a rallentare altri progetti per stare al passo e disporre gli uomini sapientemente come deterrente per un attacco: nella maggior parte dei casi, sfoggiare un discreto numero di soldati ben disposti scongiurerà ogni attacco perché qualsiasi buon giocatore è consapevole del fatto che una guerra lunga logorerà in maniera irreparabile la propria fazione.

PASSO 3: SCELTA DEL PANTHEON.
E' un aspetto sottovalutato, ma in realtà una sapiente scelta del pantheon darà un bonus considerevole alla nostra strategia di gioco, ecco perché il Santuario è una costruzione da non snobbare (ma è possibile evitarlo se si ha la fortuna di incrociare rapidamente una Città Stato religiosa, che ci consente di fondare immediatamente un pantheon prima degli altri giocatori). In base alle condizioni morfologiche, la scelta del pantheon deve seguire questa scala di priorità:

1. "Dio del Sole" (grano, agrumi, banane) o "Dea della Caccia" (campi: cervi, pellicce, avorio) se ci sono almeno due risorse apposite
2. "Dio del Mare" (pescherecci) se siamo sulla costa con un almeno tre risorse marittime
3. "Comunanza con la natura" (meraviglie naturali) se entro tre esagoni dalla capitale c'è almeno una meraviglia naturale e SE stiamo giocando con la Spagna
4. "Folklore del deserto" se ci sono almeno sei caselle di deserto intorno
5. "Cerchi di pietre" (marmo e pietre) e "Lacrime degli dei" (gemme e perle) se ci sono almeno tre risorse apposite
6. Riti di fertilità
7. Monarca divino
8. Dio degli artigiani
9. Monumento agli dei

PASSO 4: EPOCA CLASSICA.
Abbiamo scoperto la tecnologia Matematica e se siamo riusciti ad incastrare tutto nella maniera corretta siamo riusciti a costruire Monumento/Granaio/Santuario/Mulino/Lavoratore (quest'ultimo più difficilmente, solo se con una posizione con molte colline - se non siamo riusciti a produrlo prima di arrivare nell'epoca classica, posteggiare il guerriero/scout vicino ad una città stato e aspettare che questa spawni un lavoratore per catturarlo e fare pace subito dopo) e a sbloccare la politica sociale Aristocrazia giusto in tempo! Per cosa? Per la nostra prima Grande Meraviglia... i Giardini Pensili!

Tutti i giocatori di multiplayer si rendono conto di come lo sviluppo tecnologico costituisca la chiave della vittoria e così la gran parte si fionda sulla costruzione della Grande Biblioteca (mentre noi la Scrittura neanche l'abbiamo ricercata!), ma in pochi si rendono conto che non è una meraviglia fondamentale a questo scopo (ci darà un forte bonus, ma solo inizialmente, con la mia strategia il sorpasso è bello e assicurato in breve) e che soprattutto espone ad un rischio enorme, ovvero quella di perdere turni preziosi nel "tentativo" di edificarla, col rischio di non riuscirci perché magari qualcun altro riesce a tirarla su prima.

Invece, noi costruiremo i Giardini Pensili, tuttavia c'è sempre il rischio che qualcun altro possa volerlo fare a propria volta, ma è un'eventualità meno probabile. Quando un altro giocatore entra nell'Epoca Classica, un apposito avviso ce ne informa (quindi facciamo attenzione!), dunque se ancora nessun altro è entrato in quest'epoca possiamo star tranquilli e iniziare placidamente la nostra costruzione, se invece abbiamo il sospetto di avere qualche concorrente allora adotteremo un paio di stratagemmi per velocizzare enormemente la costruzione:

- Impostare la gestione dei cittadini su Produzione
- Utilizzare il nostro Lavoratore (se siamo stati in grado di produrre/procurarcene uno) per abbattere una foresta o magari due (dopo Matematica ricercheremo Estrazione Mineraria, max 3 turni), preferibilmente in caselle dove siamo certi di non voler in futuro metter su una Segheria, quindi sono ideali quelle a ridosso di un fiume/lago perché saranno destinate ad altro, come vedremo. Il Lavoratore raderà al suolo una foresta nell'arco di 2 turni e ciò garantirà alla capitale l'acquisizione di 13 unità di Produzione, che in questa fase del gioco è circa 1 turno in meno per la costruzione dei Giardini Pensili... sembra poco? Un turno in meno è tantissimo!!!

Con tutti i miei accorgimenti riusciremo ad assicurarci i Giardini Pensili ed il loro eccellente bonus di +6 cibo, posso assicurarvi che riesco a costruirli io praticamente sempre (credo 1 volta su 20 non mi riesce...), ma anche in caso di fallimento nulla è perduto, continueremo nella nostra strategia come nulla fosse.

Ok, ma mentre la capitale sta lavorando per l'edificazione dei Giardini Pensili, cosa fare?

E' probabile che ci stiamo avvicinando pericolosamente verso il deficit di felicità, dunque la ricerca successiva a Matematica dovrà essere quella votata al miglioramento delle risorse di lusso, quindi in generale tecnologie come Estrazione Mineraria, Muratura, Calendario, Trappole per Animali. Se però siamo sulla costa con invitanti forniture marittime allora cercheremo Vela e Ottica. Comunque vada, è importante capire che dobbiamo calcolare i turni di modo da aver ricercato la tecnologia Scrittura prima che la grande meraviglia sia costruita. Infatti a valle della costruzione dei Giardini la scaletta sarà:

1. Caso generale.
Tecnologie: Estrazione mineraria (se vogliamo abbattere foreste o migliorare risorse di lusso), Altre tecnologie varie in base alla morfologia (per migliorare le risorse di lusso), Scrittura, Calendario, Filosofia.
Produzione: Biblioteca e College Nazionale (se nel mezzo abbiamo turni a disposizione, com'è di solito, scegliere di produrre un Lavoratore se non ne abbiamo ancora uno, altrimenti produrre un'unità militare per contrastare meglio i barbari e far lavorare il Lavoratore in santa pace e per guardarci meglio dai vicini).

2. Caso sul deserto.
Tecnologie: Estrazione mineraria (se vogliamo abbattere foreste o migliorare risorse di lusso), Altre tecnologie varie in base alla morfologia (per migliorare le risorse di lusso), Scrittura, Valuta, Calendario, Filosofia.
Produzione: Biblioteca, Petra (trasformerà gli esagoni "deserto - collina" in super-esagoni da 3 produzione e 1 cibo!), College Nazionale.

3. Caso sulla costa con risorse marittime abbondanti
Tecnologie: Estrazione mineraria (se vogliamo abbattere foreste), Vela, Ottica, Scrittura, Calendario, Filosofia.
Produzione: Chiatta (almeno una per dirigerla dapprima verso la risorsa di lusso e metterci al riparo dall'infelicità), Faro, Biblioteca, College Nazionale.

Qualunque sia il caso in esame, nel momento in cui abbiamo costruito il nostro College Nazionale dovremmo ritrovarci in una situazione del tipo: la nostra capitale è la città più popolosa del pianeta o quasi, elevata produzione di cibo, produzione scientifica maggiore di 30, un Lavoratore.

Il Lavoratore, appena la tecnologia ce lo consente, viene utilizzato per migliorare UNA risorsa di lusso e guadagnare quel +4 felicità che ci sarà sufficiente per boccheggiare fino allo sblocco della politica sociale Monarchia (che farà schizzare improvvisamente felicità ed entrate vista la capitale popolosa), perché per tutto il resto del tempo deve essere utilizzato come priorità assoluta nel miglioramento delle caselle adiacenti acqua dolce (ovvero percorse da un fiume o adiacenti un lago o adiacenti un'oasi) con il miglioramento "fattoria".

A questo punto, se la condizione al contorno resta calma (ricordatevi sempre di incrociare i dati Demografica/Consigliere per avere informazioni attendibili circa la potenza dell'esercito dei vicini) vi concentrerete in maniera diretta verso l'Epoca Medioevale sbloccando le tecnologie propedeutiche rimanenti alla ricerca de "Pubblica Amministrazione", in caso contrario perderete un po' di tempo per sbloccare la tecnologia Costruzione e migliorare i vostri Arcieri.

Nel mentre la produzione qui è opzionale e dipende molto dal tipo di partita, perché potrebbe essere necessario costruire qualche altra unità militare oppure no. Lì dove possibile, sarebbe di grandissimo aiuto concentrarsi sulla Grande Meraviglia Oracolo (aiuterà nella produzione di grandi scienziati e nel chiudere rapidamente il ramo del Tradizionalismo per sfruttarne i bonus precocemente), tuttavia bisogna valutarne attentamente la costruzione perché presenta il rischio elevato di iniziarne l'edificazione per poi vedercela soffiare via da qualcun altro (che ha ricercato la Filosofia molto prima di noi).

Diversamente, opportuno costruire un Tempio per poter fondare una religione nostra (se non abbiamo scelto un pantheon che migliora la produzione di Fede), tenendo conto che l'Anfiteatro ci verrà "regalato" non appena scopriremo "Drammaturgia e Poesia", poiché in precedenza abbiamo sbloccato la politica Legalismo a Monumento già costruito. Un'alternativa ancora è la costruzione del Mercato e/o della Zecca (se c'è oro/argento nei paraggi) anche se non utilizzeremo ancora le nostre monete, che accumuleremo e utilizzeremo più avanti o che utilizzeremo in caso di emergenza (per acquistare unità militare in caso di inatteso attacco).
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
http://feeds.feedburner.com/LinuxGiochi

2 commenti:

  1. Di immutato - e immutabile - c'è quindi l'approccio all'esperienza: che si scelga di creare una partita rapida oppure si perdano decine di minuti a configurare la morfologia del terreno, il ritmo, il numero dei partecipanti e così via, lo scopo resta sempre quello di vestire i panni del leader di una civiltà tra quelle presenti e portarla alla conquista della vittoria finale, in qualsiasi modo si sia deciso di ottenerla.

    RispondiElimina

Random Posts

Ultimi giochi pubblicati

Copyright © 2014 Super Tux Giochi | Designed With By Templateclue | Published By Gooyaabi Templates
Scroll To Top